Interior design

Realizzare una Spa in casa con un piccolo budget…si può!

Anche se ci stiamo incamminando verso la piacevole stagione primaverile, c’è da dire che questa è ancora lontana, e ci restano ancora molte giornate fredde e gelide da affrontare.

Cosa c’è dunque di meglio che starsene rintanati a casa, a sorseggiare un the caldo sul divano, abbracciati alla nostra copertina preferita? Una valida alternativa sarebbe starsene rintanati a casa nella propria Spa personale, sorseggiando tisane e passando dalla sauna all’idromassaggio.

Molti di voi staranno pensando che sarebbe un sogno, ma irrealizzabile, e che sto vaneggiando. Tutt’altro! Realizzare una Spa privata in casa propria è molto più semplice e meno dispendioso di quello che si possa pensare. Basta avere a disposizione uno spazio di almeno 10 mq, ed un budget di circa 3/4.000 euro, che può ovviamente aumentare se se ne ha la disponibilità, per realizzare un progetto più ricco e lussuoso.

Vediamo quindi come fare, e cosa acquistare, per realizzare il nostro piccolo angolo di paradiso domestico low cost.

LO SPAZIO

Come anticipato servirà una stanza di almeno 10mq, che sia ovviamente dotata di un impianto elettrico ed idraulico, per poter permettere l’installazione di una vasca idromassaggio ed una sauna, o anche soltanto di una delle due.

L’ideale sarebbe poter disporre di tale spazio in una cantina, un garage o una mansarda, ma nulla toglie che possiamo tranquillamente sfruttare anche una stanza libera del nostro appartamento, l’importante è che il pavimento sia rivestito di piastrelle in modo da resistere bene ad eventuali schizzi di acqua e, soprattutto, all’umidità.

Sarebbe bene rivestire in grès, ceramica o legno anche le pareti o, quantomeno, tingerle con una pittura idrorepellente. Infine sia che nella stanza siano presenti finestre, sia che non ve ne siano, è consigliabile installare un’unità di ventilazione per permettere il cambio dell’aria e ridurre la percentuale di umidità. In commercio se ne trovano tantissimi, a costi contenuti e di facile installazione.

L’ARREDO

I principali complementi di arredo, ovviamente, dovranno essere la piscina o vasca idromassaggio e la sauna. In commercio se ne trovano molteplici modelli, il cui costo varia da alcune centinaia di euro a diverse migliaia. Ovviamente in questo articolo vi proporrò dei prodotti di buona qualità, ma ad un prezzo decisamente abbordabile.

Se non si ha lo spazio per installare una vasca, si può sempre optare per una doccia, magari con l’aggiunta di un soffione che abbia diverse intensità di getto e di un sistema di crioterapia, entrambi facilmente reperibili a costi contenuti.

Le vasche idromassaggio più comuni, dalla forma rettangolare o circolare, con i getti laterali, possono essere un’alternativa valida da installare nel nostro locale adibito a Spa.

Tuttavia considerando le ridotte dimensione che spesso queste vasche hanno, consiglierei di optare per una vasca angolare, decisamente più accogliente, per potersi rilassare anche in due, e anche più scenografica da vedere.

Infine, un’alternativa decisamente più economica potrebbe essere quella di acquistare una piscina idromassaggio gonfiabile, di più facile installazione rispetto alle altre e dalle dimensioni più generose, ma sicuramente di minor impatto estetico. Per migliorare l’estetica di queste piscine sono tuttavia acquistabili dei bordo vasca in legno o metallo che li rendono decisamente più eleganti.

Qualunque sia la tipologia di vasca che deciderete di installare nella vostra Spa privata non dimenticate di acquistare dei profumati olii o sali da bagno per rendere profumatissimi i vostri bagni di relax.

LA SAUNA

Discorso diverso e un po’ più complesso per la sauna semplicemente perché, a differenza della vasca idro massaggio, è un prodotto meno diffuso negli ambienti domestici e che si tende ad utilizzare solo in centri specializzati, dunque si è poco o per niente informati sui vari tipi di sauna presenti in commercio o su quali caratteristiche queste debbano avere per essere efficaci. Senza dilungarmi troppo vi dirò soltanto che le due tipologie di sauna principali sono la finlandese (quella che si trova praticamente nel 90% dei centro benessere) e l’infrarossi.

La sauna finlandese, o sauna secca, raggiunge temperature molto elevate fino agli 80/100 gradi grazie al surriscaldamento di alcune pietre predisposte a tale scopo tramite stufe a carbone, a legna o elettriche, che di tanto in tanto vanno bagnate con acqua per creare un minimo di umidità nell’ambiente. Il beneficio di questa sauna è principalmente la purificazione della pelle dalle tossine.

La sauna ad infrarossi invece viene scaldata tramite raggi infrarossi, raggiunge temperature meno elevate, intorno ai 50/60 gradi e ha il vantaggio di far penetrare il calore in profondità nel nostro corpo, tanto è vero che apporta benefici soprattutto alle articolazioni. Quest’ultima ha anche il vantaggio di consumare meno elettricità, non dovendo appunto raggiungere temperature molto elevate, motivo per il quale ne consiglio l’installazione in un appartamento. La scelta è solo tua.

Bene ora sei pronto a realizzare il tuo piccolo angolo di paradiso in casa tua.

Ma se dovessi avere ancora dei dubbi o delle domande, non esitare a contattarmi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *